Category Archives: News

Share this artwork:

Pittura: tecnica o passione? La pittura e la fotografia. Una storia di arte.

Stanotte (dico stanotte perché so che quando avrò finito di editare quest’articolo sarà ormai notte fonda) voglio parlare di un argomento che probabilmente è all’ordine del giorno con i tempi che corrono o, probabilmente, è sempre esistito, almeno da quando è entrata nel mondo dell’arte la fotografia, che ha scombussolato non poco le regole del gioco;
ma andiamo per ordine che voglio provare ad essere il più chiaro possibile.

Studiando storia dell’arte, è facile rendersi conto che l’uomo ha perfezionato le tecniche pittoriche per poter raffigurare il più fedelmente possibile la realtà, o comunque raffigurare in modo più reale possibile quello che si voleva (o doveva) far ricordare e trasmettere alle altre persone attraverso la pittura, in un mondo privo di tecnologia.

Per secoli gli artisti hanno investigato plurime tecniche pittoriche, facendo la gara a chi fosse più preciso e matematico, seguendo degli schemi simili a quelli che si adoperano in matematica, o quegli schemi che la stessa madre natura utilizza.

Stanotte (dico stanotte perché so che quando avrò finito di editare quest’articolo sarà ormai notte fonda) voglio parlare di un argomento che probabilmente è all’ordine del giorno con i tempi che corrono o, probabilmente, è sempre esistito, almeno da quando è entrata nel mondo dell’arte la fotografia, che ha scombussolato non poco le regole del gioco;
ma andiamo per ordine che voglio provare ad essere il più chiaro possibile.

 

Studiando storia dell’arte, è facile rendersi conto che l’uomo ha perfezionato le tecniche pittoriche per poter raffigurare il più fedelmente possibile la realtà, o comunque raffigurare in modo più reale possibile quello che si voleva (o doveva) far ricordare e trasmettere alle altre persone attraverso la pittura, in un mondo privo di tecnologia.

 

Per secoli gli artisti hanno investigato plurime tecniche pittoriche, facendo la gara a chi fosse più preciso e matematico, seguendo degli schemi simili a quelli che si adoperano in matematica, o quegli schemi che la stessa madre natura utilizza.

 

La pittura a questo punto cambia e in parallelo al realismo nasce una delle mie correnti preferite, l’impressionismo: si dipinge d’impulso, rapidamente, spesso con spatole o spennellate veloci, esistono finalmente i tubetti di colore già pronti e facili da trasportare, le tele sono più piccole e si dipinge fuori dallo studio, insomma si deve captare una impressione, rapidamente, non si è più alla ricerca sfegatata della realtà, si cerca il momento, si iniziano a rappresentare sopratutto emozioni.

Questa corrente apre le porte a tutto quello che viene dopo nel 1900 ad oggi, cassando tutto quelle regole classiche che mantenevano la pittura stabile come mezzo di rappresentazione della realtà.

 

Guarda caso, queste correnti artistiche pittoriche coincidono perfettamente con la scoperta della (finalmente tanto attesa) FOTOGRAFIA, grazie alle ricerche di Joseph Niépce, che riuscì a stupire il mondo con la sua prima immagine fatta senza pennelli!

La fotografia ha completamente stravolto il mondo dell’arte, costringendo a molti pittori di passare ad essere fotografi per poter riuscire a vivere, visto che chi voleva un ritratto ormai sempre più cercava la perfezione e la tecnologia della fotografia.

Dopo tante polemiche se la fotografia dovesse essere considerata un arte o meno, (addirittura la religione la considerava una invenzione diabolica: “Voler fissare visioni fuggitive… confina con il sacrilegio“), si giunse alla conclusione che la fotografia fosse anch’essa una forma di espressare un messaggio trasmesso dall’artista dunque venne finalmente considerata una forma di fare arte.

I fotografi divennero veri e propri artisti, le fotografie iniziavano a registrare la realtà in ogni parte del mondo, in ogni ricorrenza, in ogni idea.

Nel mondo della pittura si ebbe un forte cambiamento, si cercava ora qualcosa che la foto non poteva dare facilmente, ovvero plasmare concetti, riprodurre unicamente sensazioni poter trasmettere stati d’animo e sentimenti al lettore era diventato l’obiettivo fondamentale nella pittura visto che ormai per raccontare la realtà era diventato cosa semplice affidato alla tecnologia.

Ed è cosi che giunse il momento dell’arte moderna e l’arte contemporanea (e finalmente possiamo posizionare le mie opere!!!). Si alternano, e avvolte mischiano, periodi più realisti con periodi più simbolisti, cubismo, surrealismo, dadaismo, popart, astratto, minimalismo e tantissime altre correnti si formano continuamente spesso mischiandosi tra di loro: l’arte smette di essere oggettiva e diventa soggettiva, un caos che non segue più gli schemi della matematica, ma che si avvicina sempre di più alla struttura dell’universo siderale.

Il surrealismo, una delle correnti artistiche che più mi appassiona, (e non posso non citare uno dei miei artisti/maestri preferiti Salvador Dalì) rappresenta “la pazzia” della mente umana, “il caos” dell’universo, e “l’onirico” mondo dei sogni ed incubi prendendo vita nelle opere di molti artisti, tra i miei preferiti senza alcun dubbio Dalì e Frida.

Dalla pittura ormai non solo si vede la tecnica dell’artista, ma spesso (e forse soprattutto), si ci può fare una vera e propria psicoanalisi, interpretando il suo stato d’animo e il suo carattere più profondo grazie alla forte passione e sentimento che l’artista stesso plasma nella sua opera.

 

Il minimalismo mi trasmette solitudine, Lucio Fontana taglia la tela e la rende di inestimabile valore,

l’astrattismo mi trasmette caos e disordine attraverso forme, linee e colori per rappresentare la realtà,

la “famosa ed educatatecnica che tanto ci piaceva, se ne va letteralmente “a”…

E d è qua che Picasso crea arte con una tecnica impressionante – (mente infantile) qualcosa di inestimabile valore che rimarrà per sempre nella storia dell’umanità.

 

 

Mentre grazie alla pop art si porta l’arte in serie, usata soprattutto per criticare un mondo consumista degli anni ’60 americani, ma che a mio avviso, viene fatta vittima del consumismo stesso perché e servita soprattutto a sviluppare il mondo della pubblicità commerciale, riviste, fumetti, etichette di prodotti, etc.

Arte contemporaneo è l’iperrealismo interessante per la esasperazione della realtà  maniacale come nelle geniali sculture iperrealiste di Mueck, ma che non mi entusiasma nella pittura visto che lascio

alle stampanti moderne fare il loro lavoro.

 

In conclusione, le mie opere sono cupe? sono oscure? Oh beh, mi incazzo se mi critichi per questo? mi dici che devo migliorare le linee, le curve, i colori non sono nitidi? Ma chi diavolo sei per criticare una opera d’arte? Tu che non sai neanche che faccia ha Picasso? Come si fa a dare consigli a chi disegna per sfogare i propri sentimenti?

Alcuni credono che l’arte sia un business! Beh cazzo, voglio morire senza una fottuta lira in tasca!

E pure mi hanno detto: <<per diventare bravo devi disegnarne di quadri!>>;

e vuoi che non mi incazzo con una frase del genere?

Io non voglio diventare “BRAVO”, IO VOGLIO STARE MEGLIO, e disegnare mi fa stare meglio. CAZZO!

Volete forse che vi faccio i fiorellini e le farfalline? Qualche quadrato colorato per il vostro salone? Un tocco di colore? Beh se è questo quello che volete da me sapete che vi dico?

:<< ma… e scusate se me ne scappa un altro !>>, probabilmente se facessi questo sarei con il portafogli più pieno, ma non mi interessa, il mio obiettivo non è spaventare o vendere, solo voglio provare piacere quando sto dipingendo al vedere formarsi dal nulla una figura che viene dalle mie viscere!

HO TUTTO IL DIRITTO DI DIRE CHE CHI NON CAPISCE LE MIE OPERE, NON MI CAPISCE!

Non voglio gente che non mi capisca tra i piedi! Fuori, via! Siete liberi di chiudere questo sito e di smettere di seguirmi nei maledetti social networks.

Neanche i miei genitori mi potevano dire cosa fosse giusto o sbagliato della mia vita, figuriamoci qualcun altro!

Spesso non so neanche cosa voglio disegnare, e il mio inconscio che si proietta nella tela, i miei quadri possono essere cari, per molti di voi!

(e pure c’è stato il frustrato di turno che fa la battutina: <<Beh 6000€ ne prendo due!>>).

Ma certo che te li do due… non ti dico cosa, che già sono stato troppo volgare.

Un consiglio che do a tutti i giovani artisti che per sbaglio sono capitati su questa pagina, mettete un prezzo al vostro lavoro, valutate quanto di voi ce dentro ogni opera, non lo vendete per quattro spiccioli, vendete sempre il vostro lavoro considerandolo come parte di voi, parte della vostra mente.

Se non è parte vostra non lo firmate!

Beh e ovvio che non li voglio vendere… “facilmente”. Sono parte di me, sono parte delle mie paure, delle mie sensazioni, di un mondo che ogni giorno va sempre più a rotoli, di una umanità che mi fa sempre più vergognare di essere uomo (magari fossi un cane).

In ogni caso sapere che qualcuno si spaventa non fa altro che riempirmi di gioia, il messaggio sta passando!

Sono le 4:40 di notte, a Barcellona fa freddo stanotte. Provo a dormire.

 

Share this artwork:

Pizza Horror Party – bcn Halloween 2017

Fantastica festa “pizza horror party” a Barcellona con amici stupendi!

Halloween non è mai stato così tremendamente saporito!

Scrivi un commento in basso!

 

0H0A8491.jpg0H0A8492.jpg0H0A8497.jpg0H0A8499.jpg0H0A8500.jpg0H0A8502.jpg0H0A8504.jpg0H0A8505.jpg0H0A8506.jpg0H0A8507.jpg0H0A8508.jpg0H0A8509.jpg0H0A8510.jpg0H0A8512.jpg0H0A8514.jpg0H0A8519.jpg0H0A8522.jpg0H0A8523.jpg0H0A8524.jpg

Share this artwork:

Y SIENTO ODIO

Odio la violencia,

odio las dictaduras,

odio las separaciones,

odio los muros y las fronteras,

odio el racismo,

odio el clasismo,

odio los timadores,

odio los ignorantes,

odio la falta de empatia,

odio los prejuicios,

odio el deber competir.

Somos humanos inteligentes o bichos raros y vagos inútiles?

Lo tenemos todo y aun así queremos mas?

Pues, es inevitable que la humanidad esta ya acabada!

Personas distintas peleando entre si,

personas iguales peleando entre si,

confines inútiles que con el tiempo se olvidan,

Barreras invisibles que con el tiempo se delinean.

Share this artwork:

Un grande Francesco Cocco

Conobbi quel regista sul volo Italia-Spagna qualche anno fa, mostrandogli le mie opere dal mio vecchio tablet.

Scoprire i suoi lavori fu fantastico;

Qua la canzone di Silvia Phoe “It Rains” scelta da Francesco Cocco per il suo omonimo cortometraggio, il trailer:

Llueve (it rains) – Trailer from Francesco Cocco on Vimeo.

Adesso Francesco è pronto a creare un nuovo film intitolato “AGUA Y JABON”, a questo link potrete collaborare per la sua produzione: https://www.indiegogo.com/projects/agua-y-jabon-a-short-film-by-francesco-cocco-family-women#/

Vai Francesco! in bocca al lupo!

Share this artwork:

The magic of Barcelona in infrared

Barcelona is not only protests and terrorism.

>FULL GALLERY<

 A relaxing, delightful, splendid city, made by people with the sun in their eyes. Despite the last period of political struggle, and after the atrocious terrorist attack, Barcelona (BCN) always knows how to return to be that fascinating metropolis, full of charm and magic places.
It is still a city where you can breathe the scent of the sea, and the soundwaves are dominated by the chirping of birds, a place where you can feel free among a lot of people.
Barcelona, a small root is growing.

 

Barcelona no son sólo protestas y atentados.

>GALERÍA COMPLETA<

Una ciudad relajante, encantadora, espléndida, cuyas gentes llevan el sol en la mirada.
A pesar del último periodo de lucha política y de haber sido víctima de un atroz ataque terrorista en el corazón de la ciudad, Barcelona (BCN) sabe siempre volver a ser la espléndida y encantadora metrópolis de siempre, rebosante de magia y llena de rincones únicos.
Una ciudad donde aún se respira el olor del mar y todavía domina el gorjeo de los pájaros, un lugar donde sentirse libre entre tanta gente.
Barcelona, una pequeña raíz está creciendo.

 

Barcellona non è solo proteste ed attentati.

>GALLERIA COMPLETA<

Una città rilassante, incantevole, splendida, dalla gente con il sole negli occhi.
Nonostante gli ultimi periodi di lotta politica e vittima di un atroce attacco terroristico nel cuore della città, Barcellona (BCN) sa sempre tornare quella splendida ed incantevole metropoli, ricca di rilassante magia e piena di angoli unici.

Una città dove si respira ancora l’odore del mare, e dominano ancora i cinguettii degli uccelli, una posto dove ci si sente liberi tra molti.

Barcellona… una piccola radice sta crescendo.

 

Share this artwork:

best photos: Crazy for golf!

E ancora una volta sono stato accolto con tantissima gioia al torneo di golf di Insel Radio a Mallorca, nonostante la forte pioggia finale, siamo riusciti a passare una giornata stupenda e sopratutto a fare foto divertentissime!

Crazy for golf (1)
Crazy for golf (2)
Crazy for golf (3)
Crazy for golf (4)
Crazy for golf (5)
Crazy for golf (6)
Crazy for golf (7)
Crazy for golf (8)
Crazy for golf (9)
Crazy for golf (10)
Crazy for golf (11)
Crazy for golf (12)
Crazy for golf (13)
Crazy for golf (14)

Tutti sanno come il golf è un gioco con tempi lunghi, lento fatto di passeggiate sotto alle intemperie o al sole e avvolte perle di emozionanti colpi di scena, per questo io mi diverto a sorprendere i giocatori e con il loro permesso e e la loro collaborazione ci prendiamo qualche minuto di diversione per tornare bambini, “et voilà” il gioco e fatto, anzi la foto e fatta.

Eccovi le foto più belle scattate durante questo sport, il golf, che ogni volta mi piace sempre di più.

0H0A4277
0H0A4308
0H0A4474
0H0A4317
0H0A4509
0H0A4318
0H0A4412
0H0A4415
0H0A4590
0H0A4429
0H0A4480
0H0A4485
0H0A4489
0H0A4519
0H0A4559
0H0A4572
0H0A4587
0H0A4233
0H0A4246

Ed eccomi in azione dutante il torneo di golf

IMG_2549
IMG_2551
IMG_2552
IMG_2556
IMG_2558
IMG_2560
IMG_2610
IMG_2612
IMG_2616
IMG_2627
IMG_2631
IMG_2633
IMG_2643

Ci vediamo a Maggio 2018!

per vedere tutte le foto ecco il link a tutte le fotografie del golf dal sito di Insel Radio.

Share this artwork:

KETONICHE, TENORES DI BITTI REMUNNU E LOCU, FONDERIA MARINELLI

Questo è stato uno degli spettacoli piu emozionanti della mia carriera professionale:

le percussioni Ketoniche si mischiano perfettamente con i mitici Tenores di Bitti, avvolti come sempre nella magica atmosfera delle campane della Fonderia Marinelli.

Come sempre un grandissimo onore dirigere la fotografia, i video e le immagini.

Lo spettacolo “Cantu Campana e Sonus Interazione fra voci, campane, percussioni e immagini”
eseguito il 14 novembre 2014 a Napoli, Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova con i Tenores di Bitti Remunnu ‘e Locu, in collaborazione con la Pontificia Fonderia Marinelli e le video proiezioni di Paolo Sapio
Ideazione e Direzione Giulio Costanzo.

Cantu, Campane e Sonus mette in scena gli strumenti di comunicazione socio-culturali e artistici più diffusi e comuni ai popoli: il canto, le campane. Sia le campane quanto il canto, sono come i tamburi: presenti in tutte le culture del mondo. Le campane sono come il canto, hanno un forte valore simbolico, capace di legare tutti gli uomini in un sentire comune ed in un’universale espressione emotiva e religiosa. Sono però soprattutto uno strumento musicale. La Campana, poi, è un prodotto di fusione (rame e stagno), un delicato equilibrio dal quale nasce un oggetto-strumento imponente di forza e aspetto. Cantu Campana e Sonus parte proprio dallo stesso principio: fondere insieme il suono della voce a quello delle campane.

Percussioni Ketoniche: Antonio Armanetti, Graziano Carbone, Tony Salvador Conte, Giulio Costanzo, Roberto Napoletano Marco Tamburri Oreste Sbarra, Sinthetyser: Max Fuschetto, Suono: Francesco Apolloni
Tenores: Daniele Cossellu (leader), Oche e Mesu Oche / Voce Solista e Mezza Voce Pier Luigi Giorno, Contra/ Controvoce Gutturale Mario Pira, Bassu / Basso Gutturale Dino Ruiu, Oche e Mesu Oche / Voce Solista e Mezza Voce

Musiche di: G. Palestrina, G. Costanzo, M. Rosi, M. Fuschetto, G. P. Arca.

Share this artwork:

LA CATEDRAL DE LOS ÁNGELES

Cover book

"LA CATEDRAL DE LOS ÁNGELES"

"LA CATEDRAL DE LOS ÁNGELES"

La Imagen de Paolo Sapio en la portada de este fantástico libro vendido en toda España por “Siníndice Editorial” titulado “LA CATEDRAL DE LOS ÁNGELES” de la amiga escritora Marleny Marrero Martínez.

Aqui os dejo su pagina: MarlenyMarrero.com

Share this artwork:

Video Ketonici…

Ritorna a Napoli, nel cortile di S. Chiara, la chimica sonora delle Percussioni Ketoniche. Domenica 5 e Lunedi 6 alle 17.

percussioni ketoniche paolo sapio (2)
Percussioni Ketoniche :Antonio Armanetti, Graziano Lasck Carbone, Tony Salvador Conte, Giulio Costanzo, Roberto Napoletano Marco Tamburri Oreste Sbarra, Live electronics Max Fuschetto, Suono: Francesco Apolloni
Foto, video e immagine: Paolo Sapiopercussioni ketoniche paolo sapio (5)
Musiche di: G. Palestrina, S. Reich, G. Costanzo, M. Rosi, M. Fuschetto
Campane e Sonus mette in scena tra l’altro gli strumenti di comunicazione socio-culturali e artistici più diffusi e comuni ai popoli: le campane.

Sia le campane sono come i tamburi: presenti in tutte le culture del mondo.

Il direttore Giulio Costanzo e le sue campane

Il direttore Giulio Costanzo e le sue campane

Conservano un forte valore simbolico, capace di legare tutti gli uomini in un sentire comune ed in un’universale espressione emotiva e religiosa.

La Campana nasce tecnicamente come prodotto di fusione (rame e stagno), un delicato equilibrio dal quale deriva un oggetto-strumento imponente di forza e aspetto.

In ordine: Armando Marinelli, Paolo Sapio e Giulio Costanzo

In ordine: Armando Marinelli, Paolo Sapio e Giulio Costanzo

Share this artwork:

Conoscere Richard Stallman è stato molto emozionante, Paolo Sapio

autografo N900 Maemo Richard Stallman

Paolo Sapio e Richard Stallman autografa N900 Maemo Gnu Linux

Download audio (faltan_unos_cachitos)

Licenza Creative Commons
Richard_Stallman-Por_una_sociedad_digital_libre-faltan_unos_cachitos-Logrono,Spain-Universidad_de_La_Rioja-Paolo_Sapio diRichard_Stallman è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale.
Based on a work here
Chi l’avrebbe mai detto, stringere la mano e chiacchierare con una delle persone più influenti sul tema della libertà nel pianeta, l’inventore di GNU Linux: Richard Stallman! venuto a parlarci della ormai filosofia dell’open-source e di come il le persone dobbiamo radicalmente esigere di usare solo software (e hardware) solo ed esclusivamente OPEN-SOURCE, di modo tale che possiamo sapere cosa stiamo usando (qualsiasi programmatore infatti può vedere il codice sorgente di un programma open source e capire cosa fa realmente quando lo usiamo) infatti tutti i programmi a pagamento, o sempre più spesso gratuiti, se non Open-Source sicuramente sono programmi che ci spiano e mandano a nostra insaputa informazioni a terzi che possono stimare i gusti dell’intera popolazione mondiale, o addirittura spiarci in ogni nostro movimento con telecamere e cellulari.

autografo N900 Maemo Richard Stallman

Paolo Sapio e Richard Stallman autografa N900 Maemo Gnu Linux

Richard Stallman

Gnu Linux freedom

paolo sapio incontra il creatore di Gnu Linux

a logrono si parla di democrazia e libertà con Richard Stallman

a logrono si parla di democrazia e libertà con Richard Stallman

Richard Stallman Richard Stallman universita de La RIOJA Richard Stallman Richard Stallman 12

Inoltre si è parlato di valorare in modo coerente e giusto gli artisti, in ogni loro campo e non arricchire le solite star che bloccano il mondo dell’arte in generale e che spesso non valgono un centesimo!

aiuntamento de logrono paolo sapio e Richard Stallman

aiuntamento de logrono paolo sapio e Richard Stallman

università logrono presenta Richard Stallman

università logrono presenta Richard Stallman

Giornata meravigliosa e a tratti divertente con l’energico “esperto di libertà”.

Alla fine si e fatta un’asta benefica per sostenere la “Free Software Foundation” dove ho provato a comprare un pupazzetto dello Gnu africano offrendo prima 25€ poi 30€ … purtroppo non sono riuscito ad aggiudicarmelo perche e arrivato a valere piu di 110€. ho pero’ comrato 3 spillette di cui una l’ho regalata al ragazzo informatico che mi ha gentilmente scattato qualche foto con Richard mentre scambio con lui 2 parole.

Logrono, Spain - Universidad de La Rioja, “Aula Magna” del Quintiliano

Por una sociedad digital libre

Richard Stallman

Alla fine super felice ho cacciato fuori il mio Telefono con sistema operativo MAEMO GNU LINUX e ovviamente mi ci ha messo un bellissimo autografo sopra! GRAZIE DELLA ENERGIA CHE MI HAI REGALATO! giornata stupenda, PAOLO SAPIO.

Richard Stallman autografa l'N900 maemo gnu linux di paolo sapio

Richard Stallman autografa l’N900 maemo gnu linux di paolo sapio

autografo Richard Stallman su N900 Maemo Gnu linux di Paolo Sapio

autografo Richard Stallman su N900 Maemo Gnu linux di Paolo Sapio

emozione a stringere la mano a colui che apre gli occhi e la mente delle persone.

emozione a stringere la mano a colui che apre gli occhi e la mente delle persone.

Existen muchas amenazas a la libertad en la sociedad digital, tales como la vigilancia masiva, la censura, las esposas digitales, el software privativo que controla a los usuarios y la guerra contra la práctica de compartir. El uso de servicios web presenta otras más amenazas a la libertad de los usuarios. Por último, no contamos con ningún derecho concreto para hacer nada en Internet, todas nuestras actividades en línea son precarias y podremos continuar con ellas siempre y cuando las empresas deseen cooperar.

Peace and Love,

Paolo Sapio to Richard Stallman.

Share this artwork: